Creare il tuo messaggio di marketing

creare il tuo messaggio

L’ultima volta abbiamo iniziato a scaldare i motori ed oggi è arrivato quindi il momento di passare allo step successivo della nostra guida, cioè quello di creare il tuo messaggio di marketing. Oggi infatti essere un’imprenditrice ed un imprenditore e riuscire ad emergere, vuol dire affrontare e superare molti ostacoli. Uno dei più difficili è proprio quello di comunicare in modo convincente il messaggio della tua attività ed attirare così l’attenzione del tuo mercato di riferimento.
Ma da dove partire?

Se stai leggendo questo articolo grazie al nostro indice di riepilogo o dopo aver completato l’iscrizione alla nostra newsletter, sai bene che la guida definitiva incentrata sul marketing a risposta diretta che abbiamo creato, ha l’obiettivo di aiutarti ad approfondire ogni aspetto di questo percorso e trasformare così la tua attività in un business di successo.

Il tuo messaggio pubblicitario ha realmente un obiettivo?

È inutile girarci intorno: una buona parte dei messaggi marketing che troverai in giro è noiosa, generica e spesso priva di un reale obiettivo. Questo si traduce quindi in un terribile spreco di opportunità, di denaro e di tempo. 

Gli annunci delle PMI solitamente seguono una struttura simile a questa: 

  • nome e logo dell’azienda
  • lungo elenco di tutti i servizi e prodotti
  • slogan “siamo i migliori”, “i prezzi più convenienti” ecc.
  • proposta di preventivo gratuito
  • contatti

Se hai riconosciuto una scaletta di questo tipo nella tua strategia pubblicitaria, hai messo in pratica quello che solitamente chiamiamo “marketing alla cieca”. In pratica hai scritto una serie di informazioni sperando che un potenziale cliente abbia un bisogno urgente proprio di uno di quei prodotti/servizi. Certo, a volte questo metodo si rivela efficace e può portare anche qualche cliente.
Un po’ come quando acquisti un Gratta&Vinci: può capitare un colpo di fortuna…ma quanto spesso?

creare il tuo messaggio

Qual è l’obiettivo del tuo annuncio?

Per iniziare a fare sul serio è quindi fondamentale creare un annuncio che abbia uno scopo. Una prima regola efficace è quella di far corrispondere ad ogni annuncio un obiettivo definito attraverso una call-to-action. Cosa vuoi che faccia il potenziale cliente?

Che si tratti di farti chiamare al numero indicato o fargli visitare il tuo showroom, è essenziale che il tuo messaggio sia ben chiaro. Dire “sono a vostra disposizione” non è sufficiente!

Una volta compreso questo dovrai quindi chiederti: perché qualcuno dovrebbe comprare da me piuttosto che dal mio diretto concorrente? La risposta è da ricercare non tanto nel prodotto in sé quanto piuttosto nel risultato che offri. Il marketing a risposta diretta fatto nel modo giusto è infatti incentrato sul cliente e sulla soluzione che puoi proporgli di fronte ad un problema.

Un’offerta a cui non si può dire di NO

Ricordi quando abbiamo detto che il 1° step fondamentale del marketing a risposta diretta è trovare il tuo mercato di riferimento? Uno degli errori di marketing più comuni infatti è non sapere a chi ci si sta rivolgendo.
Il secondo errore più comune è invece quello di non sapere cosa vogliono quelle persone. Per questo anche avere l’offerta vincente ma proporla ad un pubblico non in target porterà ad un fallimento. 

Una volta che però questi due aspetti sono definiti, è il momento di creare il tuo messaggio di marketing che deve contenere alcune caratteristiche essenziali. 

  • VALORE: cioè che contributo prezioso puoi dare al tuo cliente
  • PERCHÉ: spieghi il vero motivo per cui proponi la tua offerta (ad es. “Super sconto di tutta la merce per cambio sede”)
  • TONO DI VOCE: è fondamentale per far sì che il cliente si riconosca in ciò che offri attraverso un linguaggio comune e desideri acquistare da te
  • SUPER VALORE (CON SCADENZA): meglio abbondare non è vero? Se hai già preparato un’offerta di valore dovresti pensare di aggiungere un plus per rendere davvero lampante l’offerta (es. lo slogan delle televendite che recita “Solo per oggi raddoppiamo l’offerta” calza a pennello!) 

Copywriting e marketing

A questo punto hai il tuo mercato di riferimento e sai cosa vuole, hai un’offerta che non potranno rifiutare…manca il vero e proprio messaggio! Per farlo è fondamentale servirsi di un copywriting emotivo che utilizzi titoli che catturano l’attenzione, testi coinvolgenti e creativi e CTA chiare e persuasive. 

Ma le parole devono essere scelte con cura e attenzione e soprattutto devono essere allineate alla tua personalità. Troppo spesso si pensa che per apparire “professionali” si debba sfociare nella monotonia. Questo va bene solo se vuoi che il tuo cliente – acquisito e potenziale – perda completamente interesse per il tuo prodotto/servizio. 

Le persone sono attratte dall’autenticità e dalla trasparenza, perciò mostrati e fatti conoscere anche attraverso l’uso di sales copy e conquisterai la loro attenzione! Puoi fare tutto questo attraverso:

  • parole chiave e titoli convincenti e di impatto in grado di stuzzicare l’emotività del tuo mercato di riferimento 
  • una ricerca approfondita su ciò che pensa e desidera il tuo cliente ideale 
  • la scelta del nome per il tuo prodotto/servizio o dell’azienda che comunichi chiaramente di che cosa ti occupi

Per essere sempre in prima linea e ricevere tutti prossimi step della nostra guida sul marketing a risposta diretta, non dimenticare di iscriverti alla Newsletter di Palcom. 
Alla prossima!

CONDIVIDI ARTICOLO:

ALTRI ARTICOLI

PID FONDO PERDUTO LECCE 2022 2023

Lecce: bando PID 2022 – 2023

Finanziamento a Fondo Perduto per Innovazione e Digitale La Camera di Commercio di Lecce concede contributi a fondo perduto pari al 70% della spesa sostenuta

INVIA UN MESSAGGIO